Senza categoria

I due gentiluomini di Verona

"Qual luce è luce ,se Silvia non appare?
Qual gioia è gioia se Silvia non è li?
A men di immaginarla a me vicina e far
mia una parvenza di perfezione.
Se nella notte mi trovo accanto a Silvia
non sento piu’ nemmeno l’usignolo.
A men di contemplar Silvia di giorno
non c’è piu’ giorno ch’io voglia contemplare.
Non vivo piu’ se lei -di me l’essenza-
mi toglie la benigna sua influenza che
mi da vita,cibo,luce e affetto.
Non evito la morte ,se sfuggo a tal verdetto:
se qui’ mi attardo, corteggio certa morte,
ma dalla vita fuggo ,se fuggo dalla corte"
 
                                
                                                  Da "I due gentiluomini di Verona"
                                   
                                                                 W. Shakespeare
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...